Cover of Divina Commedia Inferno

Divina Commedia Inferno

Auhtor: Dante Alighieri

Language: italian

Genres:

poetry
Downloads: 343
eBook size: 93Kb

Review by Stephen M. Charme, January 2005


Rating: (***)
Copyright: Public Domain in the U.S.
Please check the copyright status in your country.

Summary of the Book 'Divina Commedia Inferno':

molto bello

Excerpts from the Book 'Divina Commedia Inferno':


... just 10% of the computerized population, then the total should reach 80 billion Etexts. 2001 should have at least twice as many computer users ...
... lo vero,. fu stabilita per lo loco santo. u’ siede il successor del maggior Piero. Per quest’ andata onde li dai tu vanto,. intese ...
... ch’io fui sesto tra cotanto senno. Cos? andammo infino a la lumera,. parlando cose che ’l tacere ? bello,. s? com’ era ’l ...
... schiera ov’ ? Dido,. a noi venendo per l’aere maligno,. s? forte fu l’affett?oso grido. ?O animal graz?oso e benigno. che visitando ...
... strazio. far di costui a le fangose genti,. che Dio ancor ne lodo e ne ringrazio. Tutti gridavano: ?A Filippo Argenti.?. e ’l fiorentino ...
... de la pena. m’avean di costui gi? letto il nome. per? fu la risposta cos? piena. Di s?bito drizzato grid?: ?Come. dicesti “elli ...
... di piglio. Quivi si piangon li spietati danni. quivi ? Alessandro, e D?onisio fero. che f? Cicilia aver dolorosi anni. E quella fronte c’ha ...
... quel che s’appiatt? miser li denti,. e quel dilaceraro a brano a brano. poi sen portar quelle membra dolenti. Presemi allor la mia scorta ...
... capo chino. tenea com’ uom che reverente vada. El cominci?: ?Qual fortuna o destino. anzi l’ultimo d? qua gi? ti mena. e chi ...
... fu la mia, quando vidi ch’i’ era. ne l’aere d’ogne parte, e vidi spenta. ogne veduta fuor che de la fera. Ella ...
... scoperto. Inferno ? Canto XX. Di nova pena mi conven far versi. e dar matera al ventesimo canto. de la prima canzon, ch’? d’i sommersi. Io ...
... si pente. Vedi le triste che lasciaron l’ago,. la spuola e ’l fuso, e fecersi ’ndivine. fecer malie con erbe e con imago. Ma ...
... s’attuffa,. ed ei ritorna s? crucciato e rotto. Irato Calcabrina de la buffa,. volando dietro li tenne, invaghito. che quei campasse per ...
... era v?lto in gi?, ma li occhi vivi. non poteano ire al fondo per lo scuro. per ch’io: ?Maestro, fa che tu arrivi. da l’altro ...
... ch’ei sarebbero schivi,. perch’ e’ fuor greci, forse del tuo detto?. Poi che la fiamma fu venuta quivi. dove parve al mio ...
... di Focara. non sar? lor mestier voto n? preco?. E io a lui: ?Dimostrami e dichiara,. se vuo’ ch’i’ porti s? di te novella,. chi ...
... di Dav?d coi malvagi punzelli. Perch’ io parti’ cos? giunte persone,. partito porto il mio cerebro, lasso.,. dal suo principio ch’? ...
... su lo scoperto. si ravvolg?a infino al giro quinto. ?Questo superbo volle esser esperto. di sua potenza contra ’l sommo Giove?,. disse ...
... sfoghi ’l duol che ’l cor m’impregna,. un poco, pria che ’l pianto si raggeli?. Per ch’io a lui: ?Se vuo’ ...
... allotta. poi per lo vento mi ristrinsi retro. al duca mio, ch? non l? era altra grotta. Gi? era, e con paura il metto in metro,. l? dove ...