Cover of Distruzione

Distruzione

Auhtor: Filippo Tommaso Marinetti

Language: italian
Published: 1911

Genres:

poetry
Downloads: 241
eBook size: 117Kb

Review by M. Erb, July 2005


Rating: (***)
Copyright: Public Domain in the U.S.
Please check the copyright status in your country.

Summary of the Book 'Distruzione':

A Short Account of the Destruction of the Indies is an account written by the Spanish Dominican friar Bartolome de las Casas in 1542 (published in 1552) about the mistreatment of Native Americans in colonial times and sent to then Prince Philip II of Spain. One of the stated purposes for writing the account is his fear of Spain coming under divine punishment and his concern for the souls of the Native Americans. The account is one of the first attempts by a Spanish writer of the colonial era to depict the unfair treatment that the indigenous people endured during the early stages of the Spanish conquest of the Greater Antilles particularly the island of La Hispaniola. Las Casass point of view can be described as being heavily against some of the Spanish methods of colonization which as he describes have inflicted a great loss on the indigenous occupants of the islands. His account is largely responsible for the passage of the new Spanish colonial laws known as the New Laws of 1542 which abolished native slavery for the first time in European colonial history and led to the Valladolid debate. The images described by Las Casas were later depicted by Theodore de Bry in copper plate engravings that helped expand the Black Legend against Spain.

Excerpts from the Book 'Distruzione':


... infrante d'un Dio moribondo. Ed i Tramonti, i sempre diversi Tramonti,. sono le sanguinanti ferite. che tu apri, o Mare, attraverso il tempo,. per ...
... pallide e rosee, delicatissimamente,. guance molli d'amore di lontane amanti obliate. Le tue piccole onde sorridono. trotterellando ...
... pietanze. con l'uova verdi e rosse di Pasqua. salate dagli spruzzi dell'alto mare. Una. due. tre sorsate di vin denso. Ch'io beva, ch'io beva ...
... tre voci). Per noi, per noi soltanto, nella spossatezza. di quella soave notte carnale,. il Vento, stanco d'eterni viaggi e deluso. della ...
... quando la stringi fremente fra le braccia. LA CANZONE DEL MENDICANTE D'AMORE. Ti avevo vista una sera, tempo fa, non so dove,. e da allora ansioso ...
... spada,. e, brancolando sul tuo corpo puro,. con un gesto selvaggio violentemente cercai. il tepore assorbente della tua bocca. Fuori di noi, in ...
... moribondi fuochi della sera,. densi come un belletto roseo. Son cento. Mille. Diecimila. Assai pi. Innumerevoli sono i grandi occhi. violetti, ...
... Il mio treno. si muove nel turbine d'un gransimounfantastico. e notturno, in cui subitamente:. neri cammellieri giganti,. dromedar fantastici ...
... instancabile di sguardi infernali,. quel ribollire di grosse lagrime specchianti. dietro grandi vetrate,. evocavano mostri intenti a fondere. raggi ...
... delle colline striscianti. I torrenti non sono pi. che lucidi intrecci di spade. La luna empie lo spazio. d'una immortalit sublime, ove subitamente. le ...
... la notte vorace dell'Infinito. Ah. che il mio petto scoppi. al pulsar del mio cuore. S'allarghi, s'allarghi il mio cuore,. inghiottente ...
... dei fiori dell'orizzonte. Stridente alberatura, tu sfondi il mio corpo. Ahi. Ahi. Pi forte. Ancora. Ancora. Ancora. Tu godi, t'inebbri, ...
... gli Orientali, quando sbattono. l'una contro l'altra casse di petrolio,. per sciogliere l'amoroso abbraccio. del Sole e della Luna in eclisse. Subitamente ...
... ci. sente (_Indicandomi col dito la mia Anima addormentata_). Perch non venite a trovarmi.Lui(_indicando la. mia Anima_) non c' mai. Se sapeste ...
... accordo. con voi, Soli allucinanti. con voi, Mari men vasti dell'anima mia. O Sole. Sole accanito come un tafano mostruoso. nella criniera ...
... e risplendono. I suoi grevi passi. risuonano sulla riva d'argento,. e il suo torso colossale, muscoloso di raggi,. ingombra il ondo azzurro. fino ...
... morte. Su me ricada il coperchio della mia tomba,. e mi fracassi il cranio,. dove ardono e si consumano d'amore. le Notti d'estate, crepitanti ...
... REALT. Contro la Terra. La Terra, le sue simmetrie, le sue curve geometriche. e la sua pigra andatura d'asino. che, bendati gli occhi, fa girare. la ...
... incontro all'Impossibile. negli abbaglianti vortici delle loro bufere. Che vedo mai, lontano, fra quel cozzare confuso. di grandi massi di fosforo,. e ...
... gi, nel puzzolente intestino. degli antichi palazzi, e gettarvi. l'aurea miccia terribile,. la miccia crepitante che vi liberer. . Che ...